lunedì 23 aprile 2012

A te di Pierino Gallo


A te
lascio
le mani affusolate
e gli occhi stanchi,
a te
i miei narcisistici poemi
millantati d'inchiostro
e di premura.
Lascio
la cura 
a te,
di avermi
dentro
e la condanna 
del non allontanarmi.
 
C'era una coltre
di pioggia
ad osservarmi
appesa al finestrino
Celebro il vino,
amore,
e i sacramenti
del folle

[Pierino Gallo - da L'abbecedario di Verlaine]

2 commenti:

Maria Pina Ciancio ha detto...

L'abbecedario di Verlaine, Ed. Lietocolle 2012

http://www.lietocolle.info/it/l_abbecedario_di_verlaine_di_pierino_gallo.html

Anonimo ha detto...

I miei più sentiti ringraziamenti amica preziosa. "L'abbecedario di Verlaine" è voglioso di occhi e di anime... (Pierino Gallo)