venerdì 27 aprile 2007

Ho la mente coltivata di Valerio Magrelli


Ho la mente coltivata
come una piantagione.
A seconda del seme
il suolo si colora
e come nella lingua
ogni zona ha un sapore.
Il mio pensiero è una terrazza
aperta su me stesso.
O forse è solamente l’impressione
dei sensi che confonde
come fanno le dita accavallate
una cosa con due.

[Valerio Magrelli - da Ora serrata retinae]

1 commento:

raffaebasta ha detto...

nn sono capace di fare commenti "letterari".
solo questo: wow!