mercoledì 27 agosto 2008

Tu non sai le colline di Cesare Pavese


Tu non sai le colline
dove si è sparso il sangue.
Tutti quanti fuggimmo
tutti quanti gettammo
l'arma e il nome. Una donna
ci guardava fuggire.
Uno solo di noi
si fermò a pugno chiuso,
vide il cielo vuoto,
chinò il capo e morì
sotto il muro, tacendo.
Ora è un cencio di sangue
e il suo nome. Una donna
ci aspetta alle colline.

9 novembre '45

[Cesare Pavese - da La terra e la morte]

1 commento:

Mapi ha detto...

Un omaggio a Pavese nel giorno del suo anniversario...